martedì 4 gennaio 2011

Cucina d’inverno: la polenta

Il cibo è uno di quei settori dove possiamo risparmiare veramente tanto. Io cerco di fare la spesa e di cucinare secondo la stagione, in modo da risparmiare sui prezzi di verdura e frutta, anche concentrandomi sulle offerte settimanali. Ma a parte questo ci sono delle pietanze veramente frugali che, se gustate nella stagione giusta, apportano ulteriori benefici.
La polenta desta il mio interesse anche per essere stata per qualche secolo uno degli ingredienti del popolo, dei poveri, e il suo arrivo nel XVII secolo risolse non poco il bisogno di nutrimento della popolazione. Ed è proprio in questi umili cibi che ritrovo il senso di semplicità di un tempo e al quale anelo in questo mondo moderno, sofisticato e indebitato fino al collo…

Questa meraviglia culinaria, accompagnata da un succulento sugo a base di salsiccia (per esempio), ci riscalda e crea una calda atmosfera, di cui abbiamo bisogno nelle fredde serate invernali. La troviamo più che altro nella cucina delle regioni settentrionali come in Alto Adige e in Piemonte, ma sicuramente possiamo gustarla in tutta Italia. In commercio vi è anche quella istantanea ma quella normale è veramente più buona e costa anche meno.

Si accompagna con un sugo di carne, ma va benissimo anche con un semplice sughetto di pomodoro e si possono aggiungere delle verdure, se ne abbiamo in casa. Provate la ricetta della mia polenta al ragù di verdure, e usate gli avanzi di polenta per nuove ricette come gli gnocchi di polenta!

A quali pietanze invernali siete particolarmente affezionati? Come la cucinate voi la polenta?


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...