giovedì 16 giugno 2011

Pianificazione dei pasti


Quante volte ci siamo chieste, che cosa preparo per cena? O peggio ancora, alle sette di sera nostro figlio già affamato ci chiede: “mamma, cosa c’è per cena?”. E quante volte la nostra risposta è stata: “Bo?! Non saprei!”. E poi apriamo il frigorifero, e speriamo che ci venga un’ispirazione lampo, magari qualcosa di veloce perché i pupi e il marito hanno fame. Senza contare i “ancora pasta al sugo!” o i “non mi va la frittata, voglio i wurstel con le patatine fritte!”. La frustrazione di una mamma che deve reggere tutta questa pressione non ha limiti! E non abbiamo ancora parlato dello spreco di denaro che la disorganizzazione dei pasti comporta! Effettivamente una soluzione a tutto ciò c’è, ed è un semplice piano dei pasti fatto a priori e possibilmente rigorosamente seguito.


Come avevo già accennato nel mio articolo come risparmiare circa 4600 Euro all’anno, sulla spesa si può risparmiare notevolmente, se cerchiamo di cambiare tutte quelle abitudini che ci fanno spendere troppo.

Immaginate questa scena molto familiare: la signora Rossi va a fare la spesa tutti i giorni e compra quello che le serve per preparare pranzo e cena per quel giorno, per esempio: un pacco di rigatoni, mezzo chilo di fettine, un barattolo di sugo di pomodoro, due etti di prosciutto, un chilo di patate, della cipolla in polvere, un pacco di minestrone surgelato, una scatola di sogliole panate, mezzo chilo di fagiolini e un chilo di pane per fare pasta al sugo, saltimbocca alla romana e patate fritte a pranzo e minestrone, sogliola e fagiolini lessi a cena. Il giorno dopo va di nuovo a fare la spesa e compra, sei uova, una mozzarella, mezzo chilo di pomodori, due barattoli di piselli, un cespo di insalata, un chilo di riso, mezzo chilo di spinaci, due chili di zucchine, una bustina di zafferano per fare risotto allo zafferano, frittata con le zucchine e insalata per pranzo e vellutata di piselli, caprese e spinaci in padella per cena. Il giorno dopo va ancora a fare la spesa e compra pollo, peperoni, pasta sfoglia surgelata, un pacco di spaghetti, due chili di carciofi… ecc, ecc,  Tutto questo senza contare, merendine, biscotti, te, caffè e dolcetti vari per i figlioli.  Mettiamo che spende dai 25 ai 35 Euro al giorno. Alla fine della settimana avrà speso minimo 150 Euro e si ritroverà il frigo pieno di cibi, una parte dei quali andrà a finire a male, o perché coperti dalle nuove cose comprate, o perché la necessità del menù di quel giorno non li richiede. Lo stesso vale per i cibi in dispensa.

Questo è certamente un esempio esagerato (mi scuso con chi si chiama Rossi, nessun riferimento a persone esistenti!). Ma forse ci possiamo in qualche modo rivedere in questo tipo di comportamento. Se siamo ricchi e non ci dispiace buttare via cibi andati a male ok, no problem, ma penso che la maggior parte di noi davvero potrebbe trarre vantaggio da una pianificazione dei pasti, non solo dal punto di vista economico ma anche per il tempo che recuperiamo organizzandoci.

Allora che cos’è questa pianificazione?

Si tratta di un metodo per programmare i pasti durante un periodo prescelto per esempio una settimana, in modo da progettare ricette, lista della spesa, costi, il viaggio effettivo al supermercato e l’organizzazione del frigo e della dispensa per risparmiare e non buttare via niente.

Per la pianificazione ci serviranno innanzitutto dei fogli, una matita, una gomma, un po’ di tempo in santa pace (scegliete per esempio una domenica pomeriggio o un giorno che sapete di essere indisturbate) e di pazienza: una volta cominciato, in seguito sarà più semplice. Dividiamo la pianificazione in fasi:

1)      Facciamo una lista dei piatti che piacciono a marito, figli, a chi normalmente vive a casa e a noi ovviamente (o scriviamo quelli che piacciono a tutti, in questo modo ci semplifichiamo non poco la vita). Io consiglio di scriverne una trentina in modo da avere tutto un mese coperto, ma anche 15 vanno bene. Dividiamo in colonne i primi, i secondi, i contorni e i piatti unici.
2)      Scriviamo in un altro foglio TUTTI gli ingredienti che ci servono per questi piatti. Ci vuole un po’ di tempo per questa fase della pianificazione, ma è di vitale importanza. Scrivete poi accanto all’ingrediente il nome della ricetta che lo richiede. Alla fine sapremo che con le patate ci facciamo il purè, la frittata di patate, le patate fritte e il timballo di patate e spinaci; con il prosciutto ci facciamo la pasta all’amatriciana e i saltimbocca; ecc. (lista ingredienti-ricette)
3)      Decidete quando andare a fare la spesa, se una o due volte alla settimana (vi sconsiglio di non andare più frequentemente)
4)      Passiamo ora alla pianificazione vera e propria. Come prima cosa, prima di fare la spesa, guardiamo rigorosamente cosa abbiamo in frigo e in dispensa e scriviamo le ricette con cui possiamo usare questi ingredienti e integriamole nel piano.
5)      A questo punto vi consiglio due metodi:
a.       Guardate le offerte della settimana e comprate possibilmente SOLO ciò che è in offerta, a parte generi alimentari assolutamente necessari come sale, olio e pasta. Fate la lista della spesa in base alle offerte E POI fate il piano settimanale con questi ingredienti, guardando la vostra lista ingredienti-ricette.
b.      Scegliete semplicemente dalla vostra lista degli ingredienti-ricette quello che volete mangiare per una settimana e scrivete gli ingredienti relativi nella lista della spesa.
6)      Andate a fare la spesa e comprate SOLO quello che sta scritto nella lista ;-)
7)     Tornate a casa mettiamo subito via tutto in frigo e in dispensa, mettendo possibilmente davanti i cibi con scadenza più breve.
8)      Guardiamo il nostro piano della settimana e cominciamo a cucinare, con tranquillità, pace e leggerezza di cuore, sapendo che per una settimana per pranzo e cena siamo a posto!!

Il vantaggio di questo metodo è che potete organizzarvi anche a priori nella preparazione delle pietanze, o potete cucinare una quantità maggiore di un ingrediente sapendo che lo riuserete fra un paio di giorni in un'altra ricetta!

Per consultare un calendario di verdura e frutta di stagione (e quindi a prezzi più bassi) clicca qui.

Spero di essere stata chiara e buona riuscita!


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

12 commenti:

  1. OKKKEYYYY!
    E' ufficiale, io ti adoro già!

    Sai che abbiamo deciso di iniziare a pianificare i pasti anche noi? Questi tuoi suggerimenti ci saranno molto utili! GRAZIE.

    Ti seguirò fedelmente d'ora in avanti e sei già nella mia sidebar!

    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca!! Pianificare i pasti fa veramente risparmiare!!

      Elimina
  2. Unico neo di questa cosa per me è che io non compro i prodotti in offerta...almeno che non siano i prodotti che acquisto d'abitudine.

    Bè, non importa, posso fare la pianificazione comunque,comprando magari un amaggiore quantità dei prodotti che uso abitualmente quando capitano in promozione!

    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono vari modi per pianificare i pasti, ma si può risparmiare ugualmente. Anch'io non compro proprio tutto quello che c'è in offerta, ma solo ciò che uso e che è conveniente per noi.

      Un abbraccio!!

      Elimina
  3. Ogni tanto pianifichiamo anche noi, poi cediamo sempre perchè siamo pigri (cosa c'è di faticoso poi?!), ma effettivamente è davvero più comodo, oltre a poter risparmiare tempo e denaro, si mangia anche in maniera più variata perché pensando con calma vengono in mente molte più pietanze che le solite dell'ultimo minuto! I tuoi articoli sono tutti molto interessanti, ti seguirò volentieri!
    Fabrizia

    RispondiElimina
  4. CIAO :) ma lo sai che pianifico anch'io?????? sono organizzata così: sabato mattina mercato dove acquisto formaggi e verdura per tutta la settimana (anche per 10 giorni) e supermercato solo 2 volte a settimana per acquistare il resto......una volta spesa un pò più grande e l'altra solo l'essenziale (latte :).....mi trovo benissimo e dall'inizio dell'anno ho scoperto di aver risparmiato molto! A gennaio ho scoperto che per mangiare spendevo 550 euro (!!!!) al mese e siamo solo in 2 + un marmocchio che non mangia niente....a questa scoperta mi sono sentita male.....poi ho iniziato a pianificare e ad aprile ho speso 400 euro e non ho buttato nulla....certo sono sempre tante ma ho paura di non riuscire a spendere meno :) (nell'importo c'è tutta la spesa al supermercato quindi alimentari e non :) scusa il lungo commento.......ti seguirò d'ora in poi....baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, e grazie del commento!! Bravissima, da 550 a 400 è un gran bel passo! Sì, la pianificazione è essenziale per risparmiare sul mangiare!
      Comunque ci sono anche altri metodi, magari da aggiungere, per risparmiare ulteriormente, come la scelta di menù più frugali, o fare i detersivi in casa... :-)

      Elimina
  5. Leggo solo ora questo bellissimo post,e sembrava che mi stessi leggendo nel pensiero. Anch'io faccio esattamente come te! Sono contenta di non essere l'unica ad usare questo metodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere! Anch'io sono contenta di non essere l'unica :-)! Ciao!

      Elimina
  6. Ciao!Ti trovo oggi perchè, come potrai immaginare, uno dei propositi del nuovo anno è riprendere in mano la pianificazione dei pasti che ultimamente ho un po' mollato. Mi sembra ottima l'idea della lista ingredienti-ricette..spiegheresti un po' meglio come fai? A mano o al pc? Mi sembra lunga a mano ma non riesco a trovare un modo veloce per la successiva consultazione..
    Grazie dell'aiuto!
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, certamente puoi farla al pc. Certo il processo iniziale è un po' lungo, ma alla fine ti ritrovi con delle informazioni utilissime su cosa vi piace mangiare, quali sono gli ingredienti da comprare e come risparmiare.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...