mercoledì 6 luglio 2011

Cucito frugale: il Quilt

Il quilt americano, o il patchwork, sembra essere un hobby molto in voga tra le appassionate di cucito e lavoretti per la casa. In effetti si possono realizzare coperte meravigliose e ora si hanno a disposizione, appositamente per questa „arte“, stoffe pregiate e accessori adeguati ad eseguire lavori di questo tipo di cucito. La fantasia ha creato nuove tecniche e vi sono numerosi siti e blog che diffondono e condividono nuovi modelli di coperte, federe e addirittura arazzi.
Ma forse non tutti sanno che il quilt è nato in circostanze povere, nell’America dei pionieri, quando le donne facevano delle coperte con le stoffe che avanzavano da quelle dei vestiti. Ed è con questo spirito che io e mia figlia abbiamo deciso di avventurarci nella realizzazione di un quilt  fatto da noi.


Io ho la grandissima fortuna di avere una mamma che ha frequentato una scuola di sartoria da giovane e pur non essendo stata la sua attività principale, ha sempre cucito, e negli anni ha collezionato numerose stoffe. L’anno scorso così, a richiesta di mia figlia, ne abbiamo ricevuto alcune scatole!

Allora abbiamo subito pensato di guardare cosa potevamo usare per cucire un quilt. Mia figlia ha scelto delle stoffe con un interessante accostamento di colori, stoffe che da sole sembravano non adatte a farne delle gonne o vestiti, e ha cucito questa piccola coperta:

La tecnica è semplice:
  • sulla carta si fa un modello in piccolo della lunghezza della coperta che si vuole fare, tracciando un rettangolo.
  • Poi si tracciano delle righe perpendicolari formando un reticolato, e su scala ricaviamo la lunghezza dei quadratini da ricavare dalle stoffe.
  • Dopodiché si decide che colore dare alle stoffe e si contano quanti quadratini in quale colore bisogna tagliare. Decidiamo anche in che colore vorremo tagliare la stoffa per la parte inferiore della coperta.
  • Su un foglio di carta o cartone ricaviamo il quadratino a dimensione reale, a cui aggiungiamo un cm di lunghezza e larghezza tutt’intorno.
  • Con questo modello ritagliamo i quadratini dalle stoffe.
  • Uniamo, cucendoli, i quadratini e formiamo la parte superiore della coperta in tutta la sua lunghezza. Mia figlia ha cucito a mano, ma con la macchina da cucire è chiaramente molto più veloce.
  • Tagliamo la parte inferiore della coperta, nel colore scelto, nella sua lunghezza totale più un cm tutt'intorno e tagliamo l’imbottitura nelle stesse misure. Per l’imbottitura noi abbiamo semplicemente usato un vecchio lenzuolo.
  • Cuciamo al rovescio l’imbottitura alla parte inferiore della coperta e uniamo la parte superiore ma solo per tre lati.
  • Rigiriamo al dritto la coperta e cuciamo la parte aperta.
  • Infine, per tenere stabili i tre strati, cuciamo dei punti nella coperta unendoli, come per esempio nell’intersezione delle cuciture dei quadratini.

Questo è un bellissimo progetto per l’estate, mia figlia ci ha messo un paio di settimane l’anno scorso, a tempo perso. La coperta è così pronta per i primi freddi dell’autunno!

Possiamo usare qualsiasi stoffa che troviamo in casa e usare semplicemente forbici, ago e filo per realizzare il quilt. È una maniera frugale per donare un accento particolare alla casa, e per mettere a frutto la nostra creatività.

Per vedere altre idee di cucito frugali clicca qui!

Avete mai realizzato un quilt? Avete usato ciò che avevate in casa o avete acquistato tutto il materiale? Condividete le vostre esperienze!


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

2 commenti:

  1. stavo giusto pensando di fare un coperta quilt :) ho alcuni campionari di tappezzeria molto belli e colorati che non ho mai avuto l'occasione di utilizzare perchè gli scampoli sono troppo piccoli, ma penso che vadano benissimo per una coperta del genere!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...