venerdì 16 dicembre 2011

Una nonna italiana racconta della Grande Depressione Americana …

 ... ovvero le ricette frugali di Clara Cannucciari.

Negli ultimi anni si sono diffuse su internet delle simpaticissime video-ricette aventi per protagonista, come cuoca, una nonnina ultranovantenne che mostra come si cucinava nell'epoca della Grande Depressione in America. Di origine italiana, cresciuta negli Stati Uniti e avendo passato e vissuto la recessione economica degli anni '30, è stata testimone di quelle austerità che colpirono la stragrande maggioranza degli americani subito dopo il crollo di Wall Street. Le sue ricette, quelle che preparava sua madre siciliana in America, rimangono fortemente influenzate dalla cucina italiana ma sono rese, dalla povertà del periodo in cui venivano preparate, estremamente frugali. Non ci si stupisce che questi video siano diventati popolarissimi su internet proprio nel periodo della nostra crisi economica e ne sia addirittura uscito un libro.


In genere mi piace ascoltare una donna anziana, e tutta la sapienza che scaturisce da una vita vissuta… e specialmente se ha da raccontare di tempi andati, dove la semplicità e la frugalità erano all’ordine del giorno. Ma in particolare mi piace molto "nonna Clara" perché ha un’allegria e un positivismo molto accentuati, e penso che probabilmente sia proprio questo che l’abbia tenuta in vita così a lungo!

Tra le sue ricette, che si possono vedere su You Tube, vi sono per esempio pasta e piselli, uovo strapazzato con i peperoni, pane fatto in casa, i biscotti della domenica e il “pasto del poverello”, ovvero una padellata di patate e würstel, oltre che alcune ricette per il natale...

Ecco qui un assaggio, il video è in inglese:

Biscotti ai fichi secchi di Natale

Insomma, si può imparare molto da chi ha passato periodi difficili, e poi "nonna Clara" è troppo simpatica! Proverò senz'altro le sue ricette e vi farò sapere!!

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

2 commenti:

  1. Interessante! Peccato che non capisca l'inglese, comunque anche le nostre di nonne ci possono insegnare tanto in materia!

    RispondiElimina
  2. grazie di vero cuore, lo segnalerò a una mia cara amica americana, cura le biblioteche.
    Metterò anche il link al tuo blog come riferimento.
    Buon finesettimana a tutti.
    brunella

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...