martedì 15 maggio 2012

Come risparmiare sulla carne

Dopo il mio post sull'alimentazione vegetariana, che implica l'eliminazione della carne dalla nostra tavola, vediamo come possiamo risparmiare se proprio della carne non possiamo farne a meno. Ci sono numerosi modi per non spendere troppo e che ci consentono di ugualmente gustare piatti di carne. Vediamo quindi come:


Intanto vorrei dividere questi consigli in due parti, una che riguarda le carni economiche e un'altra che riguarda quelle più care... nel caso che vogliate o dobbiate assolutamente comprarle.

1) Carni meno care:

  • macinato: il macinato si può trovare a poco, specialmente quando è in offerta, e questo vale sia per il macinato di manzo, sia per quello misto (se vi serve del macinato di salsiccia, meglio comprare le salsicce intere e privarle della pelle, così costa meno). Ho visto anche macinato di tacchino/pollo a 3,50 Euro, quindi questo dipende proprio dalle occasioni che si trovano. Il macinato, se lo usiamo per polpette e polpettoni, si può "raddoppiare" di peso aggiungendoci, a parte uovo, latte e aromi, del pane tagliato a dadini, precedentemente ammollato, o grattugiato, della ricotta, delle verdure cotte sminuzzate (verdure qualsiasi, come carote, a foglia verde, broccoli e cavolfiori, zucchine e zucche, patate, ecc.). Una volta formate le polpette o il polpettone, possiamo conservarli in freezer (crudi o cotti).
  • pollo: possiamo comprarne maggiori quantità quando è in offerta, sia intero che a pezzi, e conservarlo in freezer. Poi possiamo cucinarlo al forno e salvarne una parte, disossarla e metterla in freezer per utilizzarla in piatti come insalata di pollo, padellata di pollo e patate, crocchette di pollo o in panini con insalata, pollo e maionese. Con le ossa possiamo preparare un buonissimo brodo.
  • salsicce: lo so che sono grasse, ma sono buone ;-)! Si può risparmiare molto se si compra il pacco formato famiglia. Io poi le impacco singolarmente o a due a due e le conservo in freezer. Si possono cucinare alla brace, in padella o al forno e io generalmente ne servo una o al massimo due a testa insieme a insalata, patate o verdura cotta per riempire il piatto. Oppure le cucino facendo uno stufato invernale di fagioli o di lenticchie, sempre calcolando una salsiccia a persona, e poi le taglio a pezzetti, così sembra più carne!
2) Carni più care (rimane sempre però il consiglio di comprarle solo ed esclusivamente in offerta):
  • spezzatino di manzo: dopo aver cotto (preferibilmente un abbondante) spezzatino (insieme ad ancora più abbondanti patate o piselli per esempio), serviamolo riempiendo il piatto più con il contorno che non con la carne. Poi conserviamo lo spezzatino avanzato e utilizziamolo come condimento per un piatto a base di riso bianco pilaf: un bel piatto di riso con un po' di spezzatino sopra, un po' d'olio d'oliva e volendo parmigiano!
  • cotolette di maiale: Io le cuocio in padella insieme a cipolle rosolate e patate.Viene uno stufato molto buono che faccio avanzare per due o tre pasti, inizialmente servendo del pane e poi in caso, tagliando la carne a dadini, e accompagnandola con il riso pilaf.
  • arrosto: di manzo, maiale o tacchino, quello che c'è in offerta. Dopo averlo mangiato al forno, il resto lo taglio a fettine e le conservo separatamente (incartate con la carta stagnola) in freezer. Poi le uso per preparare panini caldi tipo crostini o freddi con una foglia di insalata e fette di pomodoro e cetriolo. E il resto lo spezzetto, lo faccio saltare in padella con della cipolla tritata, e aggiungo del sugo. E poi ci condisco la pasta :-)
  • prosciutti, mortadelle, salame pancetta e würstel: i salumi sono quasi inesistenti a casa mia. Ma a volte (se non ce li ha portati mia madre) li compro seguendo queste regole: sui salumi prediligo la mortadella perché si può trovare a pezzi interi a prezzi molto bassi e lo stesso vale per i würstel che spesso in offerta costano molto poco e che uso tra l'altro al posto della pancetta in molte ricette. 
Altri tipi di carne sono fin troppo cari anche quando sono in offerta, almeno per il mio portafoglio. Questo però dipende anche dalla zona in cui si vive.


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

14 commenti:

  1. Ciao!
    I post sul come risparmiare sul cibo io, non volermene, non li condivido.
    Su tutto si può risparmiare ma non sul cibo.
    Piuttosto compro meno carne ma la compro di allevamenti certificati e biologici.
    Non posso sopportare gli allevamenti intensivi (e le carni di pollo che costano poco o il macinato in super offerta solo da lì provengono) dove gli animali sono gonfiati a suon di ormoni e antibiotici. Credo che oltre al risparmio dobbiamo aver un occhio molto attento per l'ambiente e per quello che buttiamo nel nostro corpo. Per tutto il resto invece sono sempre d'accordissimo con te!

    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, non ti preoccupare, e hai ragione. Anch'io preferirei mangiare carne e altri prodotti biologici ma purtroppo non me lo posso permettere. È comunque un'ottima questione da trattare, il discorso frugalità vs alimentazione sana... La verità è che in questo caso la cosa migliore sarebbe eliminarla del tutto, come ho già scritto e le verdure magari coltivarsele da soli. Sinceramente Francesca, mi piacerebbe un giorno poter non solo mangiare esclusivamente cibi biologici, ma anche essere in grado di supportare queste aziende in qualche modo... Si vedrà.

      Elimina
    2. Scusate se mi intrometto.. posso?
      E' argomento davvero interessante e attuale nella mia famiglia, soprattutto ora periodo di cambiamenti dovuti alla cinghia da tirare...
      Purtroppo a volte si è costretti a risparmiare anche sul cibo ( almeno per quanto mi riguarda) e mi sono resa conto che il biologico non me lo posso permette, lavora solo mio marito come operaio e siamo in 5. A certi compromessi siamo dovuti scendere, e non solo in fatto di carne. Ad esempio le uova, ora ne compro 10 a 1,29 euro al discount... a chilometro zero o quelle biologiche penso che alla stesa cifra ne comprerei 5 o 6...Cosa faccio, le compro che costano di piu e ne mangio meno? Lo stesso per verdura, la devo prendere al massimo a 1 euro al chilo. Carne ne mangiamo poca ma anche lì il prezzo lo devo guardare.
      Dove posso faccio da me,ho imparato a fare il pane, i biscotti, i gnocchi...
      E' davvero difficile, a malincuore oltrepasso l' ingresso di alcuni discount...vorrei anche io carne certificata e verdura dell'orto ma...non ce l'ho!

      Elimina
    3. Ti capisco Claudia, anch'io sono nella stessa situazione, anche se ho un orto e sto ancora imparando. È ovvio che tutto dipende dalle proprie possibilità. È comunque un discorso da approfondire, un argomento che mi preme da tempo, e sì anche qui scriverò un post su questo.

      Elimina
    4. Buongiorno ragazze....sono venuta a vedere se qualcuno aveva lasciato una risposta al mio appunto. Vita Frugale, se hai la mail di Claudia ci pensi tu a girarle quanto sto per scrivere? Grazie.
      Cara Claudia, tu hai ragione al 100% e capisco che con una famiglia grande ed un solo reddito
      si debba guardare anche il più piccolo centesimo che esce. Altrochè.
      Non sono qui per fare paternalistica.
      Ed i negozi biologici sono, secondo me, davvero un po' ladrucci perchè i prezzi a mio parere sono spropositati.
      Quelloc he mi sento di consigliare, visto che non hai la possibilità di coltivarti qualcosa da te e tenere qualche gallina, è di rivolgersi ai GAS (gruppi di acquisto solidale) che ormai sono diffusi in tutta Italia (anche se non ancora diffusissimi). La gente si organizza in gruppo in modo da acquistare prodotto in quantità e a prezzo per questo buoni. Prova a cercare su internet se ce n'è uno nella tua zona. Fra l'altro i Gas generalmente acquistano tutto da aziende agricole bio e quindi sono un'ottima soluzione. Poi, io non so dove vivi ma magari ci sono degli allevatori amatoriali di galline e magari puoi chiedere a loro se ti vendono le eccedenze di uova (e anche di carne!).
      Spero di averti dato qualche spunto.
      A presto
      Francesca

      Elimina
    5. Grazie Francesca... daro' un'occhiata.
      Personalmente ho sentito parlare di GAS ma non so' effettivamente a quanto vendano i loro prodotti che sicuramente saranno buonissimi e speriamo... non troppo cari!

      Elimina
    6. ciao a tutte, ho appena letto questo interessante scambio di battute...
      mi "intrometto" solo per dire che anche secondo me chiunque vorrebbe poter scegliere la miglior qualità possibile, lo trovo ovvio...ma purtroppo la qualità costa e spesso pure parecchio!
      io vivo a pisa e da noi i GAS praticamente non esistono oppure anche con quelli non c'è grande risparmio visto che puntano ad acquistare tutti prodotti biologici, lo so da due famiglie che ne facevano parte e ne sono uscite...
      io personalmente sto iniziando adesso a dovermi occupare di budget familiare, visto che da pochi mesi convivo con il mio fidanzato.
      noi abbiamo la fortuna di avere l'orto e le galline di mio suocero, per cui di verdure non compriamo quasi niente ma solo la frutta e però confesso che la scegliamo al supermercato tra quella in offerta, non biologica.
      un esempio della spesa della settimana scorsa: le zucchine in offerta alla coop costavano 1.29 euro al kg, quelle biologiche 2.99...
      siamo una coppia giovanissima con un solo reddito di 1700 euro, e giungiamo a compromessi sulla qualità visto i prezzi che questa implica.
      formaggi, yogurt, pane, conserve, passata di pomodoro e marmellate noi li produciamo da soli.

      mi sono un po' dilungata, scusate!
      il succo della mia idea comunque resta il fatto che i prodotti biologici in tanti zone e città restano ancora un prodotto di elite, decisamente poco caro e poco, pochissimo accessibile... ahimè!
      è un peccato che quando si deve risparmiare su qualcosa, quel qualcosa sia un consumo quotidiano quale il cibo!

      Laura

      Elimina
    7. Grazie Laura, mi sembra che fai già molto per risparmiare! Il biologico è caro, ma ognuno cerca di trovare compromessi, secondo il reddito, le possibilità e l'importanza che ne dà. Se si vuole o deve risparmiare, al limite della carne se ne può anche fare a meno, e la verdura si può coltivare o comprare localmente. Ciao e a presto!!

      Elimina
  2. Sempre ottimi consigli!
    Carmen

    RispondiElimina
  3. anchi'o faccio cosi.......una cosa che usavo in colombia si chiamava CARVE una proteina vegetal di sojia peccato che non si trove in italia...

    RispondiElimina
  4. Adotto più o meno le tue stesse regole... ho solo un debole per i salumi... a quelli non resisto e anche se caro un'etto di prosciutto crudo stagionato almeno 24 mesi ogni tanto me lo regalo. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ogni tanto ci si deve concedere qualcosa! :-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...