venerdì 22 giugno 2012

Cuciniamo e risparmiamo con un forno solare!

Qualche tempo fa, mia madre si è presentata da noi con un magnifico aggeggio, che da tempo desideravo avere: un forno solare! Avevo visto in diversi siti americani che alcune persone avevano cominciato ad utilizzarlo con ottimi risultati, e addirittura ci sono aziende che lo producono, tanto che si può comprare online anche su amazon.com. Ovvio che io mai e poi mai avrei ordinato un apparato del genere dall'America, solo i costi di spedizione sarebbero stati a dir poco proibitivi, e costruirmelo da me... beh ci ho provato una volta, ma proprio non ha funzionato.


Il fato ha voluto che dei vicini di mia madre in campagna non solo hanno e usano il forno solare, ma lo costruiscono in serie e lo mandano in Africa in beneficenza nei villaggi. Mia madre, vedendo che la sua vicina sfornava pane e faceva altre pietanze con il forno solare, si è informata e se n'è fatta vendere uno, per noi!!

Il forno solare consiste in una scatola scura dentro, chiusa da una lastra di vetro, e circondata da pannelli per convogliare il calore e i raggi del sole all'interno. La scatola si surriscalda tanto da diventare un vero e proprio forno.  L'effetto è un po' simile a quello che succede quando andiamo a fare la spesa e lasciamo la macchina in un parcheggio assolato: quando torniamo l'interno è caldissimo, proprio per l'"effetto serra" che si è creato.


Il nostro forno solare senza i pannelli laterali. Si vede forse il carrellino interno su cui va 
poggiata la teglia, che è appeso ai lati e fa sì che pur potendo piegare il forno verso 
la direzione del sole, per la forza di gravità la teglia rimanga dritta.


So che questa famiglia ha preso il modello da internet. Si tratta di un forno solare portatile e relativamente leggero. Se siete interessati a costruirlo guardate qua. Io vi ho aggiunto delle rotelline per muoverlo meglio.

Fondamentalmente ci si può cuocere qualsiasi cosa, solo che la cottura è più lenta del forno normale. Ma che questo non vi inganni circa le temperature che vanno a crearsi all'interno della scatola: bastano cinque minuti e la teglia che avete messo si può toccare solo con due guantoni da forno! Per far sì che l'effetto solare si compia all'interno della scatola, occorre utilizzare una pentola o teglia a sfondo nero. La vicina di mia madre dice di non utilizzare molti grassi per la cottura dei cibi, ma io ho usato una quantità di olio normale.

Ho cominciato quindi a sperimentare, e per prima cosa ho provato a fare il pane (con questa ricetta):


poi ho provato a fare delle melanzane, tipo arrosto, che sono venute buone ma la buccia è rimasta un po' dura;

poi ho cotto delle salsicce (con un pochino d'olio d'oliva):

Si vede che le salsicce sono ben cotte anche dentro!

poi ho provato a fare una pizza alla mozzarella e anche delle zucchine arrosto, ma le ho messe nel tardo pomeriggio e il sole non ha fatto in tempo a cuocerle... devo riprovare a metterle prima ;-).

E poi ho provato a fare delle fettine di petto di pollo (olio d'oliva, pollo, spezie e un po' di vino a metà cottura):


e patate arrosto (con olio d'oliva, sale e rosmarino):



sformato di zucchine e würstel:


In più ho scongelato della carne e sono sicura che il forno solare sia ottimo anche per seccare i cibi.

Ci sono ancora tante cose che voglio sperimentare con questo forno, ma ho pensato intanto di scrivere il post ed eventualmente di aggiornarlo con nuove ricette! Ecco cosa vorrei provare a fare: altri tipi di pane, pizza bianca e condita in altri modi, pasta al forno, pollo arrosto, diversi piatti a base di uova, una crostata, un dolce da forno e tante altre cose che sicuramente mi verranno in mente! :-)

Avvertenze: mi trovo molto bene con questo modello di forno solare, si maneggia  bene anche se è abbastanza delicato. È bene avere un piano vicino dove eventualmente appoggiare la lastra di vetro, che non è fissata alla scatola, quando l'apriamo per mettere o togliere la teglia da cuocere (oppure essere in due!). Prima di infornare qualcosa, consiglio di lasciare il forno solare al sole per almeno un'oretta, così che sia già caldo al momento di cucinare. Attenzione all'interno della scatola quando è surriscaldato e consiglio di usare presine e guantoni da forno anche quando inserite la teglia fredda, per non toccare inavvertitamente parti metalliche e scottarvi. Inoltre all'inizio ho avuto il problema che il riflesso del sole sui pannelli mi faceva venire il mal di testa! Per questo io uso gli occhiali da sole ogni volta che devo aprirlo o usarlo. Ma immagino che non a tutti faccia questo effetto, a mia figlia per esempio non fa niente.

Insomma qual è il vantaggio di tutto questo? TOTALE RISPARMIO DI GAS E CUCINA GRATIS!!

Vi invito vivamente a costruire questo forno solare! Se avete un po' dimestichezza di falegnameria o siete creativi, non dovrebbe essere difficile. Inoltre ci sono vari modelli online. Se lo fate e lo usate scrivetemi! Ci scambieremo esperienze e ricette!!

Conoscevate già il forno solare? Vi prendereste la briga di costruirvelo e di usarlo? Il forno solare potrebbe rappresentare per voi un modo effettivo per risparmiare?

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

7 commenti:

  1. .... il tuo post stasera mi risolleva il morale: Proprio oggi ci siamo resi conto di esser stati travolti dalla crisi :( e mi sa tanto che dovrò costruirmelo un bel forno solare anche se non ne avevo mai sentito parlare!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere, non solo voi siete stati travolti purtroppo... se ci riesci fammi sapere come va!! Un abbraccio!

      Elimina
  2. molta carina questa idea non lo avevo mai visto un forno così!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti è insolito, ma è un vero risparmio perché funziona che è una meraviglia!

      Elimina
  3. Sono esterrefatta! Caspita, tu guarda quel pane! E' semplicemente favoloso (e anche il resto)!! Wowwww!
    Peccato che essendo al lavoro tutto il giorno io non possa usarlo...uff...!!!!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh in effetti bisogna starci un po' dietro, ma forse il fine settimana? :-) A presto!

      Elimina
  4. molto interessanta, vorrei provare...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...