giovedì 12 luglio 2012

Risparmiare sul bucato "riducendolo"

Ci sono varie tecniche per risparmiare sul bucato. Possiamo usare meno detersivo, possiamo farcelo in casa, possiamo lavare in lavatrice con l'acqua fredda o addirittura possiamo lavare a mano. Ma c'è un modo per risparmiare ancora di più, ed è proprio quello di ridurre l'enorme quantità di panni che ogni giorno si ammucchiano nella cesta del bucato sporco...


Una volta, come si sa, si faceva il bucato una volta alla settimana, ed era davvero dura. Si riscaldavano grandi pentoloni d'acqua e vi si cuocevano dentro i panni, e poi si insaponavano e strofinavano per bene per poi sciacquarli, strizzarli e stenderli. Ma la mole di panni da lavare non era neanche lontanamente vicina a quella che abbiamo noi giornalmente. Prima la gente aveva sì e no due o tre vestiti, che indossavano a rotazione, più il vestito bello della domenica, ma oggi una cosa del genere è impensabile.

Con l'industrializzazione e il basso costo di vestiti si usa ormai avere numerosissimi capi da cambiarsi ogni giorno, e siamo così abituati che è quasi uno scandalo mettersi un vestito già messo il giorno prima! Non disprezzo affatto il fatto di cambiarsi spesso, ovviamente, ma bisogna fare attenzione a non esagerare. Non ha senso lavare qualcosa di pulito, solo perché si è messo una volta, e questo vale anche per la biancheria della casa. Vediamo quindi come possiamo concretamente ridurre il bucato da lavare e incrementare il risparmio nel lavaggio dei panni:

Maglioni e maglie: guardiamo se sono macchiati o mandano cattivo odore: se sì, mettiamoli a lavare, se no, lasciamoli fuori appesi ad una stampella a prendere aria per tutta la notte e poi riponiamoli piegati nell'armadio.

Pantaloni e gonne: idem. Se li cambiamo spesso possiamo usarli di più senza il bisogno di lavarli ogni volta.

Pigiami: a parte in estate che si suda, si possono cambiare una volta alla settimana.

Biancheria intima, calze e calzini: cambiare ogni giorno!!!

Asciugamani: se li usiamo per asciugarci quando ci siamo appena lavati, non possono essere sporchi dopo un giorno! Mettiamoli ad asciugare per bene una volta al giorno e cambiamoli una volta alla settimana.

Canovacci: se li usiamo per asciugare i piatti e le stoviglie appena lavate non saranno sporchi! Quindi, a meno che non ci abbiamo pulito una macchia di sugo schizzata sul fornello, cambiamoli una volta alla settimana.

Grembiuli: guardare se sono macchiati, altrimenti cambiarli una volta alla settimana.

(NB: C'è anche chi grembiuli e canovacci non li cambia quasi mai... ma io vi invito a farlo spesso, almeno una volta alla settimana, per una questione di igiene)

Lenzuola e federe: di solito si cambiano una volta alla settimana, ma sinceramente, a parte d'estate, si potrebbero cambiare anche due volte al mese, se li mettiamo ad arieggiare tutte le mattine.

Tovaglie e tovaglioli: qui invito invece a lavare subito le tovaglie e i tovaglioli, per l'igiene, e anche per trattare subito le macchie che si formano.

Se ci concentriamo a selezionare il bucato sporco e non laviamo il bucato ancora pulito, vedremo che i panni da lavare si ridurranno ad almeno un terzo! E questo apporterà un notevole risparmio, soprattutto a famiglie numerose!

Come va con il vostro bucato? Lavate il bucato frugalmente? Fate attenzione a non lavare un capo ancora pulito?

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

8 commenti:

  1. mannaggia! qui da me il bucato è un mucchio ogni giorno...siamo in quattro...piccola 5 anni che gioca tutto il giorno nei prati, papà che lavora nella segatura, idem mamma, e Andre che va a servire con grembiule ma senza divisa...
    doccia tutte le sere... io già seguo i consigli del acqua fredda, basse temperature, sfrego le macchie con il sapone di marsiglia, lavo i piccoli pezzi, intimo compreso a mano...ma chissà perchè ho sempre una macchinata al giorno
    sono proprio una frana vero? baci valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no Valeria! Il post era per i lavaggi di bucato ancora pulito, ma se i panni sono sporchi bisogna per forza lavarli!!! Era solo un invito a fare più attenzione a cosa mettiamo in lavatrice! Grazie di essere passata! Un abbraccio!!

      Elimina
  2. ti ho appena assegnato un premio1se vuoi ritirarlo passa dal mio blog!

    RispondiElimina
  3. Se fossimo solo io e mio marito il bucato sarebbe ridotto ai minimi termini, ma i figli riempiono la cesta ogni giorno!! Comunque seguo più o meno le tue stesse procedure..lavo e smacchio ciò che è sporco e metto all'aria quello che non lo è..tante cose le lavo a mano che si fa prima e si risparmia, metto in lavatrice il bucato "grosso" ma evito le alte temperature togliendo tutte le macchie evidenti prima del lavaggio..sono d'accordo con te..oggi si lavano anche cose che non ne avrebbero bisogno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, tu sei già frugalissima!! Un abbraccio!!

      Elimina
  4. guarda che io ho usato un detersivo che si chiama omino bianco, non devo usare desmaquiatore, per che si lo lasci al solo desmachia tannntisiimo, e sono come te non lavo tutto, facciamo il bucatto una volta a settima con io programma ecologico e a 30°c, per continuare a risparmiar tutto si asciuga al sole , e solo striro lo neccesario!!! jijiji

    RispondiElimina
  5. anche io la penso come te...abbiamo una gran mania di lavare anche cio' che non è sporco e potrebbe ancora essere utilizzato. Io tra per fortuna sono riuscita a ridurre a 2 o massimo 3 le lavatrici settimanali e ne sono orgogliosa!chiaro che lavo anche a mano...ma mi piace tanto! se puo' interessarti io ho abolito le tovaglie ! solo tovagliette lavabili...cosi' oltre a non lavarle non le stiro neppureeeee!!e i bimbi possono sporcare liberamente...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...