giovedì 18 ottobre 2012

Come risparmiare con la tariffa bioraria


Ho spesso parlato di risparmio energetico e in particolare di come risparmiare energia elettrica. Questa volta vorrei soffermarmi su come possiamo efficacemente sfruttare al massimo la tariffa bioraria, se ce l’abbiamo. Ecco come.
 Innanzitutto bisognerebbe fare in “inventario” di tutte le attività giornaliere che svolgiamo e che necessitano di energia elettrica. Partiamo dalla mattina e scrutiamo tutta la giornata, non lasciando nulla. Per esempio accendiamo le luci, il marito si rade, mettiamo in azione la macchina del caffè, accendiamo il computer, usiamo il frullatore, la lavatrice, l’aspirapolvere, la televisione, ricarichiamo il telefono, accendiamo lo scaldabagno e usiamo il forno.

Poi sarebbe comunque importante valutare se a priori necessitiamo assolutamente dell’uso di questi elementi e se in qualche modo non possiamo forse farne a meno.

Quando abbiamo una lista finale delle incombenze “elettriche” più importanti, passiamo all’azione: cerchiamo per quanto sia possibile di utilizzare la corrente elettrica la sera e il fine settimana. Ecco alcune idee:

Luci: sfruttiamo al massimo la luce del giorno e accendiamole solo se davvero non ci si vede più, e non invece appena passa una nuvoletta. O all’imbrunire usiamo le candele…

Scaldabagno: accendiamolo solo di notte e spegnamolo di giorno. Vi posso assicurare che di acqua calda ce ne sarà in abbondanza, ma naturalmente è importante anche non sprecarla. (O spegnetelo del tutto come ho fatto io qui).

Forno: usiamolo solo ed esclusivamente la sera o il fine settimana e cerchiamo di cuocere più pietanze in una volta. È anche più comodo così non dobbiamo preoccuparcene durante il giorno, quando siamo più impegnati.

Computer: se non ci lavoriamo allora teniamolo spento quando la corrente è alta. Ma se ci lavoriamo e siamo a casa, allora cerchiamo di abbassare il consumo di energia elettrica nel pannello di controllo: lo schermo non sarà più così illuminato ma questo farà anche bene ai nostri occhi. Mettiamo anche la funzione in stand by quando ci allontaniamo per alcuni minuti. Poi, se possibile, organizziamoci e individuiamo i momenti della giornata in cui il computer non viene utilizzato, specialmente se si tratta di più di mezz’ora di seguito, e spegnamolo.

Televisione: Non accendiamo assolutamente la televisione durante il giorno. Non so perché, ma si è sparsa l’abitudine di accendere la tv quando si è a casa, senza neanche guardarla, e questo, ADDIRITTURA in presenza di ospiti!!! È uno spreco assolutamente ingiustificabile, quindi spegnetela! Guardatela la sera se volete (oppure anche qui fate come me ed eliminatela del tutto  J).

Aspirapolvere: usiamola se vogliamo solo nel fine settimana per pulire più a fondo, e altrimenti usiamo la scopa.

Lavatrice: facciamola la sera e stendiamo la mattina. O se non abbiamo troppe lavatrici da fare, laviamo il fine settimana.

Tutte le altre piccole attività elettriche, come il radersi, usare il frullatore elettrico o altri elettrodomestici della cucina, ricaricare il telefono, ferro da stiro, eccetera, facciamo attenzione a svolgerle o la mattina presto o la sera.

Basta solo un minimo di accortezza e di pianificazione per risparmiare un bel po’ di soldi con la bolletta della corrente. Non regaliamo i soldi all’Enel: questa tariffa bioraria, che sembra voler aiutare a risparmiare i consumatori, è una mezza fregatura, perché la gente svolge le sue attività, e vive maggiormente durante le ore diurne dei giorni feriali della settimana e la tariffa oraria diurna è maggiore del costo della corrente con la tariffa normale, che vale per tutte le ore del giorno e della notte!


E voi avete la tariffa bioraria? Come vi organizzate? Riuscite a risparmiare?

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

6 commenti:

  1. Ciao! Io ho attivato la bioraria con eni e mi trovo benissimo...inoltre ho abbassato a 3 kw la potenza disponibile (prima avevo 4.5 per via dei condizionatori)! Mi sono organizzata così: lavastoviglie solo la sera così come la lavatrice e soprattutto mai contemporaneamente :) ti dirò di più da quando ho abbassato la potenza e ho deciso di lavare i panni a mano (faccio circa 5 lavatrici al mese) ho risparmiato sia a luglio che ad agosto quindi con il condizionatore acceso tutta la notte circa il 30% di energia...è documentato!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, ti sei organizzata benissim! Io anche volendo, non posso cambiare gestore purtroppo!

      Elimina
  2. Ciao, io di solito lavatrice e lavastoviglie alla sera, ma ad esempio lo stirare lo faccio durante il giorno visto che sono a casa; anche il forno se possibile la sera dopo le 19 ma se mi serve qualcosa per cena anche prima. Un abbraccio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica! È già un buon risparmio!

      Elimina
  3. Io ho deciso di mettere la monoraria con edison che sinceramente devo dire che è molto conveniente. Da noi niente metano per scaldarci quindi avendo casa piccola andiamo avanti con i convertitori di aria e stufe a legna!!! Ho rimesso la monoraria perchè stavo in casa e avevo il bambino piccolissimo e non potevo ne staccare gli scaldabagni dato che lo dovevo lavare ogni 2 ore per il cambio pannolino e fare lavatrici a priori di orario. Mi trovo benissimo e sto pensando a pensare ai pannelli solari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello che ti trovi bene così! I pannelli solari sono sempre una soluzione ottima! Ciao!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...