lunedì 22 ottobre 2012

Organizzazione cucina: routine settimanale moderna

Abbiamo visto in questo post, come le donne antiche si organizzavano per svolgere i loro lavori settimanali. Sicuramente avevano molto più da fare di noi, ma una buona organizzazione e costanza alleggerivano i doveri giornalieri rendendoli adempibili almeno nell’arco della settimana. Da questo possiamo prendere esempio e prendendo in prestito un po’ di saggezza antica potremmo organizzarci anche noi in cucina e riuscire a fare ciò che ci incombe.

Ho già parlato di Flylady. Lei ha un sistema sulla gestione della casa che è basato principalmente su routines giornaliere e settimanali. Anche lei quindi suddivide alcuni compiti per ogni giorno della settimana, in modo da lasciare che giornalmente si facciano le cose che sono assolutamente indispensabili.

Volendo però riprendere anche l’esempio di un tempo, vivere in modo frugale e risparmiare, le faccende aumentano un pochino. Vogliamo cucinare più da noi, fare pane, pasta, torte in casa, in modo da risparmiare al massimo. Tutto ciò richiede tempo, che la nostra vita frenetica moderna difficilmente ci consente. Senza contare il fatto che comunque noi non siamo assolutamente né abituate, né addestrate a vivere come vivevano le donne di 100 o 150 anni fa.

Ma una buona organizzazione certamente ci salva. Calcolando che cuciniamo pietanze consuete tutti i giorni come pasta, minestre, carne, frittate, ecc, il resto si può suddividere. Vediamo quindi come ci potremmo organizzare:

Lunedì: conserve
Martedì: sughi, verdure (contorni per la settimana e/o da mettere in freezer)
Mercoledì: cuocere pane, torte, pizze, focacce
Giovedì: fare la pasta in casa, gnocchi, e paste ripiene
Venerdì: timballi e pasticci al forno
Sabato: spesa
Domenica: organizzare la prossima settimana (menù settimanale e lista di ciò che si vuole cucinare).

Naturalmente non deve essere fatto tutto tutti i giorni. Potete per esempio fare un tipo di sugo o un tipo di pane alla settimana, o saltare dei giorni se non vi ritrovate gli ingredienti o se ne avete già una scorta. Mi piace comunque questo metodo, perché così so che ogni giorno mi devo solo concentrare su una cosa (o un tipo di cosa), e per gli altri cibi so che arriveranno i giorni stabiliti.

Questo sistema sicuramente è ottimo per chi lavora part-time o è a casa. Chi lavora a tempo pieno si può organizzare cucinando la sera o il fine settimana. Sembra forse tanto preparare tutto la domenica, ma se ci si concentra e si fa una lista delle cose che si vogliono cucinare, per esempio pane e ciambella, sughi vari a base di verdure e carne, verdura cotta ecc, basta cominciare, preparare e cuocere via via le pietanze nel forno e sul fornello, e in qualche ora avrete finito!

Questo è solo un esempio ma potete sbizzarrirvi. È importante comunque, se volete vivere una vita veramente frugale, che ci sia un minimo di organizzazione e di preparazione, altrimenti i giorni vi passano davanti e per mancanza di tempo rischiate di dover scendere a compromessi. All’inizio sembrerà strano ma poi tutto si sistema, è davvero questione di abitudine!


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

7 commenti:

  1. Magari riuscissi io ad organizzarmi come un orologio, riuscirei a fare sicuramente molte più cose!

    RispondiElimina
  2. infatti erano anche meno stressate di noi eppure a volte lavoravano tutto il giorno nei campi ugualmente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano delle donne incredibili e fortissime, abituate ad una vita dura! Abbiamo solo da imparare da loro! Grazie Elena!

      Elimina
  3. io organizzo in modo particolare i pasti di ogni settimana. la domenica sfoglio i miei libri di ricette e stabilisco le cene di tutta la settimana, cosi' posso organizzare le spesa e variare il menù. questo mi permettere di risparmiare tempo e di vivere più tranquilla. in base al menu' scelto poi organizzo i lavori della cucina e della casa...tutto viene di conseguenza.
    a volte basta davvero poco per migliorare la qualità della vita, anche se si lavora!

    RispondiElimina
  4. Ho trovato per caso e con piacere il tuo blog da oggi lo seguirò e ti verrò spesso a salutare.
    Io come scrivo spesso amo congelare gli alimenti, escludendo la verdura; anche se so che alcuni lo fanno a me non piace.
    Faccio una volta il ragù per almeno 3 volte, idem per la pasta, per le piadine, il brodo, per la pasta della pizza, il minestrone ecc.
    Suddivido le porzioni e poi all'occorrenza mi basta scongelare questi cibi, non perdono le loro propietà e rimangono freschi.
    Tutti i giorni ho qualche cosa da fare, ma i pasti spesso sono già quasi pronti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, e benvenuta!! È proprio comodo ritrovarsi qualcosa di pronto in freezer!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...