martedì 19 marzo 2013

Come mettersi dei soldi da parte anche se non si hanno molti soldi da mettersi da parte...


Risparmiare, cercando di far bastare i soldi che guadagniamo, e non sforando sulle entrate, a volte è già un’impresa notevole. Ma come riuscire a mettere anche qualcosa da parte? Se viviamo con uno stipendio esiguo, stiamo pagando mutuo o affitti, e altre spese ricorrenti, a volte non rimane poi molto. Il fatto è che se vogliamo non solo riuscire ad avere il controllo delle nostre spese ma anche cominciare ad accumulare una piccola fortuna, dobbiamo senz’altro ricorrere a degli stratagemmi. Vediamo come.


Abbiamo già trattato il tema del budget. Il budget è fondamentale nel controllo e ripristino delle nostre finanze. Con il budget avremo predisposto una somma per ogni nostra spesa, per ogni mese. Se siamo diligenti a non sforare la cifra prestabilita, avremo a lungo andare una situazione economica equilibrata, dove le uscite non supereranno più le entrate.

Ora, il gioco sta nell’introdurre una nuova voce al sistema del budget, e cioè la voce “Risparmi”. Determiniamo una quota minima da mettere da parte ogni mese. Partiamo anche da 5-10 euro. Andando avanti cerchiamo poi di risparmiare ancora in qualche altro ambito e aumentiamo la quota del risparmio.

Se non sappiamo come risparmiare ancora, consideriamo per esempio spese inutili, ma che fanno parte della nostra quotidianità e quindi sembra che non ne possiamo fare a meno, come il caffè al bar, le sigarette, la rivista di moda settimanale e mensile, il quotidiano all'edicola, ketchup, senape e altre salse superflue, abbonamento sky, i gratta e vinci, l'ovetto kinder ai bambini, bigiotterie varie, penne costose, borse e scarpe in sovrappiù, le canzoni in internet, sovrappiù di cosmetici, le visite ai mc donald, gomme e caramelle, pizzeria a taglio, tramezzini e cornetti, hobbies di cui siamo dipendenti e che costano, ecc, ecc, ecc, ecc. 


Ed ora parliamo dei debiti. Possiamo metterci qualcosa da parte se abbiamo uno o più debiti? Certamente.  In un articolo, ho spiegato come estinguere un debito in maniera efficiente. In breve, una volta che estinguiamo un debito, aggiungiamo la vecchia quota del vecchio debito al prossimo da pagare, in modo da estinguerlo prima. Ma una volta che i debiti sono pagati possiamo dirigere le quote mensili verso il risparmio.

Perché allora cercare di risparmiare mentre si hanno i debiti? Non sarebbe meglio utilizzare il denaro risparmiato per pagare ciò che dobbiamo? Sì, infatti dovremmo fare così, almeno con la gran parte del denaro che abbiamo a disposizione dopo aver tagliato a più non posso.

Ma ciononostante, il motivo per cui è importante comunque mettersi da parte qualcosa, anche se si tratta di una somma esigua, mentre si hanno dei debiti è perché innanzitutto è fondamentale costituire un fondo emergenze, in caso si presenti una necessità improvvisa. In questo modo non dovremo fare un altro debito per far fronte alle nuove spese specialmente se sono inevitabili. Ma un altro motivo è che in questo modo, una volta finito di pagare tutti i debiti, ci ritroveremo già con una somma di denaro a disposizione, invece di dover ora cominciare da zero a risparmiare.

Tutto questo naturalmente solo se riusciamo a non sforare con le uscite, altrimenti il discorso di mettersi qualcosa da parte non ha alcun senso.

Come vedete voi il discorso risparmio-debiti? Siete dei risparmiatori o fate fatica a mettervi qualcosa da parte?

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

12 commenti:

  1. per segnare le uscite e le entrate ho scaricato gratuitamente (e legalmente) un programmino che si chiama gnucash in cui sono io che stabilisco le voci, il budget e tutto il resto.
    avevo pensato anche io di inserire una voce in cui scaricare un accantonamento mensile da mettere da parte, da disoccupata però non è facilissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco questo programma, ma ci darò un occhiata. Bravissima!! Io uso Excel e ho sviluppato uno schema. Chissà forse lo pubblico! Ciao!

      Elimina
  2. Io leggo i tuoi post, li condivido. Ma poi mi domando: come faccio a creare un bugdet se non ho entrate, più che tagliare le spese, superflue ed essenziali, dove altro risparmiare se non si hanno entrate, quando non si ha un lavoro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai lavoro, devi per forza usare quello che hai per utilizzarlo per le spese più necessarie. So che è difficile in questo periodo trovare un lavoro, informati al comune o in internet per sussidi e agevolazioni per chi ha un reddito basso (o non ce l'ha). E prega, il che aiuta tanto. Un abbraccio!

      Elimina
  3. Ah tesoro.. non sai quanto mi faccia piacere leggerti.. argomento piuttosto scottante questo, dato che nonostante una laurea e un'altra magistrale che sto prendendo.. non riesco a trovare lavoro. Non ho nulla, ma quel poco vedo di farmelo bastare, amica mia. Sei sempre utilissima. Del resto, non sono mai stata una grande spendacciona.. almeno non per me. Ho sempre pensato prima agli altri :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ely, è un periodo difficile per tutti, per alcuni difficilissimo. Come fai tu è importante imparare a farsi bastare quello che si ha e a basare la propria vita su valori veri che non costano niente. Ti faccio tanti auguri, un abbraccio!

      Elimina
  4. Devo ammettere che mi stai spronando molto! Io ho problemi di tempo e di organizzazione e questo mi porta a non fare a volte attenzione a come spendo.... ma leggere i tuoi post mi ha davvero fatto venire voglia di fare meglio, e sembra che posso esserne capace!! Grazie dei tuoi buoni consigli!!!! Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Chiara, mi fa molto piacere!!

      Elimina
  5. io ho un vaso in cui svuoto tre quattro volte alla settimana il portafoglio dagli spicci... tutte le monete le butto lì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, anche questo è un ottimo metodo per risparmiare!! Ciao!

      Elimina
  6. Sono stata assente per un po' causa problemi di salute. Ora convalescente dopo un'operazione navigo tra i miei siti preferiti. E questo è uno di essi. Volevo rispondere un attimo alla questione del risparmio quando non si lavora. Io negli ultimi due anni ho lavorato circa tre mesi: sono una precaria della scuola ed oggi ho ricevuto la pessima notizia di non essere stata ammessa all'orale per il concorso. Dovrò trovare un altro lavoro e farlo al più presto ma la salute non è mai stata dalla mia parte e in questi casi tutto si complica. Ormai faccio i salti mortali e rinuncio a qualsiasi cosa, a volte anche l'essenziale. Ma purtroppo non è facile trovare lavoro in questo periodo, tanto più se non si gode di buona salute.

    RispondiElimina
  7. Il tuo blog comunque resta per me un punto di riferimento ed il tuo libro è già nella mia lista dei desideri. Grazie per tutti i tuoi consigli e le tue idee.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...