venerdì 8 marzo 2013

Mini-corso di risparmio e frugalità in tre mosse - Terza parte

Ora che nei post precedenti del mini-corso abbiamo esaminato i motivi per cui si vuole intraprendere una vita frugale e i principi che dovrebbero stare alla base delle nostre azioni parsimoniose, passiamo ora alla pratica e vediamo come avviare quel processo che ci porterà a raggiungere i nostri scopi finanziari di risparmio.


Ritornando all'esempio della macchina, abbiamo visto che il motore è costituito dalle motivazioni, e la carrozzeria dai principi. Seppur la macchina è completa e in ordine, la benzina c'è e l'abbiamo messa in moto, non andremo da nessuna parte  se non sappiamo come arrivare alla meta. Abbiamo bisogno quindi di una bella carta stradale che ci illustri la via da percorrere.

E la cartina ce la fornirà un'attività importantissima, che è costituita dall'esame particolareggiato delle nostre entrate e uscite.

Mettiamoci con calma quindi a tavolino e prendiamo carta e penna. Scriviamo le nostre entrate e tutte le spese mensili. Una volta che abbiamo nero su bianco quanto spendiamo, non potremo fare a meno di vedere chiaramente dove vanno a finire i nostri soldi e dove bisogna intervenire. Appuntiamoci i campi di spesa deboli, e determiniamo di risparmiare soprattutto lì. In altri campi magari bisognerà risparmiare in maniera meno massiccia.

Dopo questo lavoro, procediamo ad un'altra attività, seconda di importanza, che è quella del budget. Qui trovate le istruzioni di come creare dei budget per ogni settore di spesa.
La cosa importante è tracciare un piano di spesa mensile, ridimensionare su carta i numeri delle uscite e trovare delle strategie per effettivamente riuscire a rimanerne al di sotto.

Con un piano così, potete poi sbizzarrirvi a trovare vari modi per risparmiare. Sia il blog che il mio libro sono pieni di consigli su come vivere frugalmente in ogni settore della nostra vita quotidiana.

Il bello di questo sistema è che davvero mette una grande serenità. Avendo un piano scritto, sarà molto più semplice prima di tutto rendersi conto del vero problema (cioè dove si spende di più, e probabilmente anche perché), e poi risparmiare in modo davvero efficace. Con le nostre forti motivazioni, e i principi a cui ci siamo votati, vivere in modo frugale sarà una vera gioia e soddisfazione.

Il compito di oggi: scrivere le vostre entrate e le uscite su un foglio e fare la lista dei budget che riguardano le vostre spese!

Vi faccio tanti auguri per la vostra avventura frugale, spero che questo corso vi sia servito e mi raccomando fatemi sapere come va!!

Vedi anche:
Mini-corso Prima parte
Mini-corso Seconda parte

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

8 commenti:

  1. Io lo faccio da diverso tempo ma essendo disoccupata da moltissimi mesi è un po' difficile far quadrare i conti.... in questo caso la frugalità ti insegna a vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio così, un aiuto di base e poi si trovano le strategie da compiere!

      Elimina
  2. Ma certamente! Ci proverò senz'altro!! Sei una risorsa davvero, una meraviglia! Grazie, amica mia. TVTTB!

    RispondiElimina
  3. Grazie a te mi sto mettendo d'impegno e devo dire che funziona!! Grazie mille per i tuoi interessanti spunti! Sei bravissima!!!

    RispondiElimina
  4. Io ho trovato anche un'altro modo per non spendere troppo.
    Purtroppo per le spese obbligate come tasse automobilistiche,bollette del gas,luce ecc non ci si può fare nulla,ma per quanto riguarda la spesa degli alimenti,quando vado al supermercato porto con me un budget fisso che non mi permette di sforare.Infatti così facendo quando vado alla cassa so già quanto spendo e non rischio di comprare il superfluo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima Gwendy, questo è un ottimo metodo!! Comunque ti dico che si può risparmiare su luce e gas, guarda i miei post relativi nelle etichette!! Ciao!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...