sabato 30 aprile 2016

Come utilizzare e risparmiare con il pane grattugiato

Una cara lettrice mi ha domandato come utilizzare parecchio pane grattugiato che si è trovata ad avere, ed ho deciso di risponderle scrivendo un post, poiché di idee ce ne sono molte e così tutti voi potete beneficiare di questi consigli. Ecco cosa si può fare:



Innanzitutto il pane grattugiato è una di quelle cose che si può ricavare in casa senza comprarlo, semplicemente grattugiando il pane raffermo che tutti noi ci troviamo ad avere sempre. Non buttate il pane quindi, ma grattugiatelo e conservatelo in un contenitore o anche in freezer. Se non è ancora del tutto secco, lasciatelo seccare a temperatura ambiente per un paio di giorni o se avete fretta, seccatelo in forno a 100 gradi per alcune ore (controllate di tanto in tanto, fate attenzione che non annerisca).

Se avete tanto pane grattugiato, si può utilizzare in diversissimi modi, ma in generale considerate di aggiungerlo un po' dappertutto, ho letto che ci sono degli chef che lo nascondono in svariatissime ricette, probabilmente per arricchire il piatto e renderlo più corposo e gustoso. Calcolate anche che aggiungendo il pane grattugiato a verdure, salse, ecc. le allungherete (qui come allungare i cibi), se avete cucinato con magri ingredienti, quindi aumentando la sazietà della pietanza.

Zuppe: aggiungete il pane grattugiato per ispessire zuppe, creme e minestre.

Pasta: avete mai provato la pasta al pane grattugiato? Frugalissima e molto gustosa! Inoltre potrete insaporire un po' di pane grattugiato con erbe, aglio e/o cipolla in polvere e usarlo al posto del parmigiano sulla pasta. Buonissimo!!
Ecco qui la mia pasta con i cavolfiori, e qui la mia pasta con i talli di zucchina.

Gnocchi: con il pane grattugiato si possono preparare dei gustosissimi gnocchi. Fatene in grandi quantità se potete e conservateli in freezer.

Polpette: un modo per risparmiare sulla carne macinata, quando si fanno le polpette, è di sostituire metà della carne con il pane grattugiato. Risultato buonissimo e non c'è poi una grande differenza.
Il pane grattugiato è un ottimo e indispensabile ingrediente per preparare anche delle polpette vegetariane o vegane, a base di verdura e legumi.
Per il mio polpettone frugale, clicca qui.
E qui trovate le mie polpette di riso.

Cotolette di pane grattugiato: Mai provate? Sicuramente sì, quando fate le fettine panate e vi rimane l'uovo e il pane grattugiato, non lo mischiate e lo cuocete insieme alla carne? Almeno mia madre faceva così per non sprecare. La mia idea è di preparare le cotolette direttamente con uovo e pane grattugiato. Aggiungete se volete varie spezie e aglio/cipolla in polvere, ma anche fresche con erbe fresche di stagione.
Ecco qui le mie cotolette vegetariane. Se siete vegan, sostituite l'uovo con la farina di ceci.

Insalate: quando condite l'insalata, aggiungete del pane grattugiato aromatizzato. È un'ottima soluzione per arricchire le nostre insalate.

Verdure cotte o saltate in padella: aggiungete del pane grattugiato per arricchire piatti di verdura cucinati in vario modo. A me piace per esempio aggiungerlo sempre ai fagiolini: ecco qui la ricetta per un risotto con i fagiolini ripassati.

Per gratinare: il pane grattugiato si può utilizzare benissimo per gratinare qualsiasi cosa in forno, sostituendolo al formaggio. O si può anche semplicemente aggiungerlo, rendendo la pietanza più sfiziosa.
Ecco qui la mia torta salata di verdure, e qui un'altra del periodo degli anni '40.

Frittelle: nella preparazione di frittelle di uova e verdura grattugiata, potete unire del pane grattugiato per aiutare ad aumentare la consistenza dell'impasto, specialmente se le verdure sono troppo morbide.
Qui trovate le mie frittelle di patate e legumi.

Per i dolci: con il pane grattugiato si possono preparare delle sfiziosissime torte, aggiungendolo o sostituendolo alla farina.


Se acquisite una mentalità nuova su questo ingrediente e cominciate ad utilizzarlo in questi diversi modi, il pane raffermo diventerà un ingrediente prezioso per la vostra cucina, invece di essere un elemento di disturbo da destinare alla pattumiera!
Per il mio post su come utilizzare il pane raffermo, clicca qui.

Ringrazio ancora la cara lettrice per la sua domanda, spero di aver risposto in modo esauriente e di aver fornito a voi tutti nuovi modi per utilizzare questo ingrediente un po' scontato.

Buon Appetito!

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

Foto: Wikipedia.de

7 commenti:

  1. Un post molto utile...con delle belle ricette, grazie!!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie pamela, è sempre molto utile e bello leggerti!!!spero che riuscirai a scrivere un po' più spesso :P

    RispondiElimina
  3. Come ogni volta, rinnovo i complimenti.
    L'utilizzo del pan grattato è fondamentale nella cucina di mia moglie e della mia famiglia.
    Ricordo che la mia bisnonna, cuoca di campagna, aveva un grande barattolo di vetro che teneva in dispensa e che usava giornalmente, togliendo e riaggiungendo il pane secco grattugiato.
    Ho il ricordo di una crostata, dove a guarnizione aveva macinato delle mandorle, e le aveva "imparentate" con il pan grattato, per poi metterle sopra a cottura quasi terminata.
    Una corsticina sfiziosa....
    ciao e grazie ancora
    A.A.

    RispondiElimina
  4. Ciao Pamela, ma che fine hai fatto? Entro spesso nel tuo blog che non mi stanco mai di leggere, ma vedo che è da un po' che non posti...non vorrai mica lasciarci così, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pamela,
      Ti prego continua a scrivere! Il tuo Blog è meraviglioso...

      Elimina
  5. Grazie di tutti i consigli anche se alcuni li ho ereditati da mia nonna e mia madre. Sai che su una ricetta tipica di Carcassonne (il cassoulet) prima di infornare si mette sopra una bella quantità di pane grattugiato (chapelure) per creare una leggera crosta. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...