giovedì 23 giugno 2011

Risparmiare con il gas

La bolletta del gas rientra in quei pagamenti fissi che abbiamo ogni mese e che purtroppo non possiamo evitare, dal momento che necessitiamo del gas soprattutto per cucinare. Ma ci sono alcune cose che possiamo fare per diminuirne il costo, piccoli accorgimenti o scelte consapevoli… vediamo come.


  • Innanzi tutto sicuramente possiamo informarci sui costi di altri fornitori di gas. Non sempre è possibile cambiare, ma spesso sì.
  • Per il riscaldamento: se potete ridurre di qualche grado la temperatura dell’ambiente, fatelo. Davvero è solo una questione di abitudine vivere estate e inverno ad una temperatura di 25 gradi e più dentro casa… A mio avviso è un lusso, abbassiamo la temperatura, vestiamoci più pesanti in casa, beviamo più te caldo e zuppe fumanti e risparmiamo non pochi soldi.

Per il gas che usiamo in cucina, ci sono varie possibilità:
  • Usiamo i coperchi. Il cibo in cottura cuoce più in fretta se copriamo la pentola o la padella.
  • Usiamo il fornello più piccolo e per piccolo intendo quello che usiamo per fare il caffè... Anche se ci vuole più tempo (a volte) per cuocere qualcosa o anche per bollire l’acqua della pasta, alla fine si risparmia tantissimo.
  • A proposito di pasta: lo sapevate che la pasta cuoce benissimo nell’acqua in cui è stata buttata, senza che si debba necessariamente tenere il fornello acceso? Provate: fate cuocere la pasta solo per metà della cottura e poi spegnete il fuoco per l’altra metà. Funziona! (ma rispettate rigorosamente i tempi per non scuocere la pasta).
  • Cuocete il doppio dei cibi che avevate programmato per il pasto e mettetene una metà in freezer. All’occasione fate scongelare e riscaldate: avrete una pietanza già pronta e preparata risparmiando gas, dal momento che occorrerà meno tempo per riscaldarla che per cucinarla tutta daccapo.
  • Usiamo quelle bellissime (e costosissime) pentole con cui si può cucinare mettendole una sopra l’altra. Spesso questi sono regali di nozze oppure se ne può considerare l’acquisto valutando un risparmio a lungo termine, ma solo se davvero si useranno regolarmente.
  • Usate la pentola a pressione, se ce l’avete, e acquistate (o guardate in internet) un libro di ricette che usano la pentola a pressione e sarete sorpresi di quante cose si possono fare (anche dolci per esempio!)
  • Quando usiamo il forno, consideriamo di cuocere qualcosa in più (insieme a quello abbiamo infornato)  che normalmente cuciniamo sul fornello. Usiamo la fantasia. Io per esempio spesso, sotto la teglia della pizza, metto a cuocere un bel po’ di patate, che poi uso il giorno dopo o addirittura surgelo.
  • Proviamo ad usare una cassetta di cottura! Molto in voga tra le casalinghe degli anni quaranta, che di fronte a scarsità di fonti di energia le usavano con successo!
  • E proviamo anche ad usare un modernissimo forno solare! Si tratta di una scatola provvista di un riflettore argentato che esposta al sole proietta il calore nella scatola cuocendo eccezionalmente i cibi. Adatta soprattutto per l’estate o per quei luoghi dove c’è molto sole anche durante tutto l’anno!

Quali altre idee vi vengono per risparmiare gas? Condividetele!


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...