lunedì 12 marzo 2012

Come affrontare guasti domestici frugalmente - Parte 2

Nel mio primo post riguardo ai guasti domestici ho parlato di come affrontare frugalmente un guasto che si può verificare entro le mura domestiche. Ora vorrei elencare dei consigli practici di cosa fare se siamo costretti a rimanere senza l’utilizzo dell’elemento guasto in questione, se non abbiamo la possibilità di effettuare subito la riparazione e/o vogliamo risparmiare.


Questo post riprende un po' un discorso che ho già fatto in un post sugli elettrodomestici. Qui mi concentro su cosa fare se non possiamo usare l'oggetto in questione:

Aspirapolvere: usiamo la scopa, che funziona benissimo e pulisce a fondo se la usiamo bene.

Computer: a meno che non ci serva per lavorare, possiamo farne a meno. È dura rinunciare alla posta elettronica o a facebook, ma per queste cose possiamo fare un salto in biblioteca, dove spesso si può usare lì internet gratis, almeno. E il fine settimana? Ahhh, avete mai passato 48 ore SENZA COLLEGARVI??? Vi accorgerete che esiste anche una vita vera, a parte quella virtuale!!! Andate in campagna e fatevi una passeggiata, riempite d’aria nuova i polmoni e godetevi un po’ di tempo all’aperto!!!

Falciatrice: possiamo farcela prestare dal vicino una volta al mese, o possiamo armarci di cesoie e tagliare l’erba almeno nei punti più fastidiosi.

Frigorifero: per brevi periodi se ne può fare a meno, specialmente in inverno. Consigli qui

Forno: cuociamo ovviamente solo con il fornello. Per i dolci, potremmo optare per i budini, e per il pane, beh le piadine si possono fare in padella oppure si fanno delle tortillas!

Lavastoviglie: laviamo i piatti a mano. Come ho già parlato in un altro post, secondo me si risparmia non usando la lavastoviglie. Alcuni consigli qui.

Lavatrice: laviamo a mano. Anche se sembra molto da fare, in realtà, se ci si abitua non è poi così impegnativo il lavaggio. Alcuni consigli qui. Ovviamente se siamo impegnate per troppo tempo fuori casa ogni giorno, o per altri motivi il lavaggio a mano dovesse essere “troppo”, informiamoci se vicino ci fosse una lavenderia. Alcune sono relativamente a buon mercato, possiamo lavare lì il bucato e stendere a casa.

Rubinetto: lo chiudiamo e lo dichiariamo fuori servizio: se è rotto quello del bagno, usiamo quello della vasca, e se è rotto quello della cucina, usiamo quello del bagno.

Scaldabagno: ci armiamo di santa pazienza e riscaldiamo l’acqua sul fornello. E vi dico, è proprio in questi momenti che ci rendiamo conto di quanto consumi questo elettrodomestico. Vedrete, il guasto vi farà risparmiare una piccola fortuna!

Televisore: non è davvero necessario e se ci pensate bene, ne possiamo fare a meno. Le notizie si leggono in internet e invece di vedere il film la sera, si può leggere un buon libro o socializzare con gli altri membri della famiglia…

Altri guasti per casa: se non sono vitali, li lasciamo così.

Nota bene: con questi consigli frugali non sto sostenendo il degrado domestico! Sto solo facendo notare che in certe circostanze forse siamo costretti a dover fare a meno, per un periodo limitato di tempo, di qualcosa, e questo post vuole sottolineare il fatto che effettivamente possiamo vivere, e anche piuttosto bene, senza cose che normalmente fanno parte della nostra quotidianità. Se le nostre finanze al momento in realtà non consentono la riparazione o la sostituzione dell’oggetto in questione, la soluzione potrebbe semplicemente essere quella  di prepararsi psicologicamente alla mancanza e amen ;-).

Di che cosa siete stati costretti a fare a meno in passato? Ne avete poi sentito davvero la mancanza?


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

2 commenti:

  1. Certo che è dura fare a meno delle nostre comodità, ma in caso di emergenza...e poi penso a quando ero bambina e tante cose nella mia famiglia non le avevamo..non perché non fossero ancora state inventate eheh..sono vecchia ma..non così tanto!! Cerco di razionalizzare al massimo l'uso degli elettrodomestici, però mi è capitato di restare senza lavatrice..e lavare tutto a mano è stata una faticaccia..ma si sopravvive! Per il forno uso come alternativa un fornetto da mettere sul gas a fiamma bassissima, le torte escono bene ed anche le pizze e focacce ed il consumo è minimo.
    Stendendo bene il bucato e piegandolo quando è leggermente umido si può evitare il ferro da stiro..lo uso solo per le camicie e poche cose..
    Stoviglie e pentolame vario basta metterli subito a bagno ed evitare che si secchino, la sera basta un lavaggio leggero a basso consumo, quando la lavastoviglie è piena. Altrimenti si lavano tranquillamente a mano!
    Idem per aspirapolvere, lo uso per le pulizie di fino e giornalmente basta la scopa e lo straccio...sarà che ho appreso queste (buone) abitudini da bambina e non mi sembra poi così difficile!
    I guasti idraulici invece mi sembrano più gravi..ci si può armare di secchi ma..preferisco che vengano riparati!!
    Buona serata
    Carmen

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...