venerdì 14 settembre 2012

Come vivere in modo ecologico e frugale allo stesso tempo


L’ecologia mi ha sempre affascinato. Negli anni ‘80 con la crescente sensibilizzazione dei disastri ambientali e dell’impatto che l’inquinamento stava avendo sull'ambiente, ricordo che decisi di aderire totalmente al salvataggio del pianeta, sognando un mondo pulito e più rispettoso per la natura. Gli anni sono passati e seppur si siano fatti passi avanti per trovare sistemi ecologici allo scopo di risolvere il problema dell’inquinamento, siamo ancora lontani dall'idilliaco ambiente ottocentesco preindustriale, il paradiso terrestre che avevamo e che abbiamo perduto. Molti gruppi ecologisti sono nati e anche aziende che offrono i loro prodotti “verdi”, ingegnosi e utilissimi, ma ahimè cari. E quando ci si è dati ad una vita frugale, si affronta spesso il dilemma: non spendere e optare per soluzioni non ecologiche o essere verdi nonostante tutto e spendere i soldi che non si hanno. Ma c’è un modo per rispettare l’ambiente senza straziare il nostro portafoglio?

C’è. Ma come tutte le cose, bisogna armarsi di pazienza e di buona volontà. La frugalità in sé è molto ecologica perché si basa sulla semplicità e molto spesso sul non utilizzare proprio quegli elementi che sono inquinanti per l'ambiente. Ma non sempre frugalità ed ecologia corrispondono, quindi vediamo cosa possiamo fare per essere frugali e verdi allo stesso tempo:

Detersivi: In commercio vi sono ormai innumerevoli prodotti ecologici per il bucato e la pulizia della casa. Purtroppo sono molto cari, quindi la soluzione è quella di farseli da sé. Ecco alcune ricette su come preparare, con una spesa minima, prodotti di pulizia della casa:

Detersivo per la lavatrice
Sapone per lavare i piatti
Spray Anti-macchia

Macchina: la macchina non solo inquina, ma costa anche moltissimo. Il treno e gli autobus sono un’ottima alternativa, di solito, almeno così si limita l'immissione di gas inquinanti nell’atmosfera e si risparmia. Considerazioni sull'uso della macchina qui.

Pannelli solari/energia elettrica: I pannelli solari come fonte di energia elettrica sono un’ottima idea, almeno d’estate. Il costo iniziale si ammortizza col tempo, se però ci si limita solo ad usare i pannelli senza ricorrere alla corrente di casa. In mancanza di quelli, teniamo presente che limitare l'uso della corrente in generale aiuta l'ambiente, in quanto le centrali elettriche sono di norma altamente inquinanti.

Imballaggi: purtroppo per la maggior parte è difficile rinunciare agli imballaggi che tanto inquinano l’ambiente, e questo perché non dipende dal consumatore se i prodotti vengono imballati. Quello che si potrebbe fare è per esempio acquistare in piccoli alimentari oppure al supermercato direttamente al banco del pane o dei salumi e formaggi o della carne dove si viene serviti, piuttosto che prendere i prodotti già preconfezionati in plastica e polistirolo che si trovano negli scaffali: in questo modo di solito riceviamo solo un involucro di carta insieme al prodotto. In Austria c’è chi si porta con se dei contenitori tipo Tupperware, si fanno mettere salumi e formaggi dentro e lo scontrino, che di solito è adesivo, si fa attaccare sopra e si va a pagare così alla cassa. Anche comprare la frutta e verdura al mercato riduce l’imballaggio perché possiamo fare a meno della busta che ci rifilano e usare direttamente una borsa ecologica di cui ci siamo muniti per fare la spesa.

Cibo: I prodotti alimentari biologici sono purtroppo molto cari. Se si vive in campagna però ci sono numerose aziende agricole che vendono i loro prodotti locali a prezzi abbordabili. Un’altra possibilità è quella di coltivare un orto, se si ha un giardino, anche piccolo, o piantare verdura e frutta anche in balcone. Con un po’ di organizzazione e un minimo di spesa iniziale per semi e occorrente, è fattibilissimo e possiamo risparmiare molto sulla spesa. Tenere le galline, se abbiamo spazio, è un altro modo per avere dei prodotti genuini gratis.

Carta: Ci sono in vendita prodotti cartacei realizzati con carta riciclata, ma di solito sono più cari. È un controsenso ma è così. Quello che si può fare è almeno imparare ad usare la carta con parsimonia e ad utilizzarla al massimo. Un esempio pratico: da un quaderno usato si possono strappare le pagine bianche da tutti e due i lati, bucarle e metterle in un raccoglitore e formare un nuovo quaderno; le pagine scritte solo da un lato si mettono da parte e si usano come brutta copia o per fare disegni; le pagine scritte fino a metà foglio si tagliano in due e con le parti bianche si realizza un piccolo blocco notes da tenere vicino al telefono o sulla scrivania; le pagine scritte da entrambi i lati si usano per accendere il fuoco del camino.
Inoltre possiamo sostituire la carta quando è possible con altre cose:
- scottex: usiamo delle spugne per pulire velocemente in cucina.
- fazzoletti di carta: usiamo fazzoletti di stoffa come una volta! Si possono lavare e riutilizzare!
- tovaglioli di carta: facciamo finalmente uso di quelli di stoffa che abbiamo da anni nel cassetto.

Prodotti usa e getta: aberrarli il più possibile se si può e optare per alternative. Alcuni consigli qui.

Vi sono quindi innumerevoli modi di vivere in sintonia con i principi ecologici, se vogliamo, e questo senza il bisogno di spendere molti soldi. In fin dei conti prima dell’industrializzazione il mondo è stato ecologico per millenni: tutto sta a riscoprire la vera vita di una volta...

Siete consci di quanto la natura necessiti il nostro rispetto? Quali metodi ecologici e frugali usate per proteggere l'ambiente?

(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)  

10 commenti:

  1. Ciao carissima i tuoi post sono sempre piacevoli e molto interessanti, mi fanno riflettere tantissimo! Grazie per i tuoi consigli

    RispondiElimina
  2. Sempre molto interessanti i tuoi post, grazie dei suggerimenti!
    Buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  3. ciao! lotto ogni volta che faccio la spesa con gli imballaggi! cerco di prediligere i prodotti che ne hanno meno...anche perche' penso, se tutti facessero cosi' ...i produttori si adatterebbero no?
    siamo noi consumatori che dovremmo condizionare con le nostre scelte (etiche) i produttori e non farci condizionare come consumatori dalla pubblicità!
    Sono troppo idealista?

    RispondiElimina
  4. se tutti facessimo almeno un passo faremo un grande passo per la nostra Terra

    RispondiElimina
  5. ciao! che rispondere? faccio esattamente come te..ma quando porto i contenitori per i latticini mi guardano come fossi un'aliena:(
    ..qualcuno deve pur cominciare...

    RispondiElimina
  6. Il tuo blog è davvero interessante e utile!!!

    RispondiElimina
  7. Io cerco di fare il più possibile per essere ""ecobio"" rispettando il portafoglio ed il mio principio è la frugalità, proprio come accennavi tu. So che le mie scelte non saranno condivise da molte ma, secondo me, per uscire dal meccanismo mentale del mercato (compra consuma spreca .....) occorre mettersi da un altro punto di vista. Pensate agli allevamenti di animali o a come vengono uccisi quando decidete di mangiare la carne; pensate a dove e come sono state realizzare le cose che comprate (chi li ha realizzate? erano bambini? erano lavoratori sottopagati e a dir poco sfruttati?) e poi la domanda principe che cerco di farmi sempre: cosa mi serve davvero? quella cosa che ora ho visto e mi attira tantissimo non è magari simile a un'altra cosa che ho a casa? per cucinare mi servono davvero 10 elettrodomestici diversi? Per le pulizie mi servono davvero una marea di prodotti diversi? Io in alcuni periodi a causa delle mie problematiche di salute non riesco ad autoprodurre, così come non riesco a tenere un orto (neppure sul balcone) e così ho tentato ( e tento ancora) di capire davvero ciò che uso, come lo uso, e di conseguenza comprare solo in base alle necessità, il resto è un puro sfizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo, è proprio così, è una questione di mente!! Grazie Letizia!

      Elimina
    2. E' un pensiero che approvo in pieno! Magari la metà della popolazione fosse così!!!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...