lunedì 4 febbraio 2013

Il mio giardino in febbraio

Il nostro mandorlo
Con questo post vorrei mostrarvi alcune foto che abbiamo scattato ieri nel nostro giardino. In questo periodo il giardino sembra morto, spoglio, quasi dimenticato, anche perché siamo sempre chiusi in casa al calduccio. Ma qualche sorpresa Madre Natura ci ha serbato per l'inverno...








Qui, nella luce grigia del cielo e tra il marrone dei rami e del terreno,  non si può ignorare un'esplosione di colori di alcune piante, come questa...





o questa, che noi chiamiamo il cespuglio di Santa Barbara, perché nel giorno della santa, il 4 dicembre, si prendono dei rami e si mettono in un vaso di acqua tiepida per farli fiorire a Natale (usanza austriaca, naturalmente :-)).




Qui c'è anche un'apetta, che non si lascia perdere l'occasione...


E poi, le rose...



...che da bianche che erano, stanno uscendo fuori leggermente rosate, non so perché (e sono bellissime anche così), mentre le mie altre rosa e quelle gialle sono ancora in letargo...




E naturalmente non potevano mancare i protagonisti del nostro giardino, prima di tutto la nostra gatta Carolina, che ci ignorava totalmente mentre eravamo presi a fare le foto...



 ... ma che al nostro richiamo pigramente si è alzata per girarsi verso di noi...



 ... e concederci il beneficio di poterle scattare una foto...



Ed ecco infine Gaia, una delle nostre tremendissime gallinelle!!!


Insomma tutto questo per dirvi che siamo in febbraio, la primavera sembra lontana ma in realtà la natura è viva, presto tornerà il caldo e potremo finalmente ricominciare a lavorare nell'orto!

Avete anche voi nostalgia della primavera? Vi siete già preparati a piantare l'orto con semi e piani? 


(Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)

3 commenti:

  1. jaja la gallina, anchio vorrei una ma sul terrazzo non si puo!. bello il tuo giardino. un saluto

    RispondiElimina
  2. Che bella la tua gallinella Gaia, anche la mia mamma aveva delle galline così...che bei tempi..quando volevamo fare una torta si andava nel pollaio a cercare le uova fresche! Io adesso non ho l'orto, ma aspetto la primavera per fare qualche passeggiata nei boschi..

    RispondiElimina
  3. Ho tanta nostalgia della primavera,ma come dici tu è appena dietro l'angolo....basta saper aspettare fra una gatta,un apina,una gallinella e qualche bel fiore invernale!! baci Alda.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...