venerdì 5 luglio 2013

Lo svago ai tempi dei pionieri americani di Laura Ingalls Parte 2

Eccoci di nuovo ad osservare la vecchia vita dei pionieri americani, nel lontano 1800. Abbiamo già cominciato a scoprire alcuni dei loro usi e costumi del tempo libero, e questa volta vorrei soffermarmi sul secondo libro di Laura Ingalls, La piccola casa nei grandi boschi (Little House in the Big Woods), e illustrare alcuni esempi di svago di quei meravigliosi periodi…

Si tratta del primo libro che narra la storia di Laura Ingalls. La famiglia Ingalls si trova ancora nella dimora iniziale, prima del fatidico viaggio verso l’ovest. Vivono nei grandi boschi del nord-est americano, in una piccola casa di tronchi molto accogliente. Nonostante il lavoro costante alla fattoria,  anche per loro arriva il tempo dello svago:

Il ballo:

In occasione della raccolta della linfa degli aceri, alla fine dell’inverno, i nonni di Laura organizzano un ballo a casa loro, invitando parenti e vicini. Il ballo si svolge grazie alla musica di Charles Ingalls, il papà, che suona il violino, e tutti ballano le vecchie danze tradizionali americane, grandi e piccini. La nonna è in cucina, a bollire la linfa raccolta per trasformarla in sciroppo e zucchero d’acero. Quando è pronto, tutti sono invitati a prendere della neve fresca in piccoli piatti, dove viene versato un po’ di sciroppo, che raffreddandosi forma una sorta di caramellato, che tutti gustano con piacere. Naturalmente la tavola è imbandita con piatti tipici da festa, come numerose crostate di mele, di zucca e di frutti di bosco, torte varie e biscotti, filoni di fragrante pane, lesso di maiale e sottaceti.

Gita al lago:

Un giorno di primavera, la famiglia Ingalls decide di fare una gita alla città vicina di Pepin. Situata sul lago omonimo, e circondata da grandi boschi, la città allora era costituita da poche case di legno e da un emporio provvisto di tutta la mercanzia necessaria a quel tempo. Le due bambine, Laura e Mary, non vi erano mai state, quindi è un viaggio davvero emozionante per loro. La famiglia si alza di buon ora e, preparato il carro, si avviano verso la città. Attraversando la foresta, incontrano numerosi animali selvatici, come lepri e cerbiatti, mentre il sole tiepido si intravede tra i rami del fogliame. Una volta arrivati, visitano l’emporio dove acquistano alcune stoffe per confezionare dei vestiti, e altri articoli. Anche questo è un grande evento per le piccole, che non avevano mai visto un negozio in vita loro. A pranzo mangiano dei panini sulla riva del lago e nel pomeriggio le bambine giocano, collezionando delle pietre, prima di riprendere il viaggio e tornare a casa.

Quindi vediamo che anche noi possiamo prendere spunto da questi esempi per creare delle tradizioni frugali di divertimento e svago, una festa tra amici e una gita fuori porta con un pranzo al sacco, a contatto con la natura. Cosa possiamo volere di più?


 (Se ti è piaciuto questo post, puoi seguirmi su Facebook o iscriverti via e-mail, per ricevere tanti altri consigli frugali!)


(Foto: Allposters.com)


8 commenti:

  1. Sono pienamente d'accordo,cosa c'è di più bello di una rilassante gita a contatto con la natura.
    Io per esempio non lontano da casa ho un fiume dove volendo si può andare a fare il bagno e prendere il sole,e magari se non si ama stare sotto al sole si può sempre stare all'ombra di una pianta e leggere un buon libro e come sottofondo il cinguettio degli uccellini e il gorgoglio dell'acqua che scorre nel fiume.Bello il tuo post,per un attimo mi sembrava di essere li con gli Ingalls.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gwendy, che meraviglia il fiume vicino a casa tua!!

      Elimina
  2. Che belli questi racconti che ci fai, sono preziosi per chi come me con l'inglese non ci sa fare e non trovando una versione italiana di questi libri ci dobbiamo accontentare delle tue parole. Grazie mille!

    RispondiElimina
  3. Invidio molte cose : il fiume,la natura, le feste, la tradizione...

    RispondiElimina
  4. Sono pienamente d'accordo con te, impariamo da queste esperienze a godere della vita :-) Bellissimo post cara! Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! E buona settimana anche a te!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...